Il Giappone è decisamente famoso per il suo fascino mutevole: i luoghi che in primavera appaiono delicati grazie ai fiori del ciliegio, in estate brillano di un verde intenso per le risaie e i bambù, in autunno si accendono di un rosso scuro e un giallo intenso per le foglie degli aceri e in inverno risultano candidi per la neve.

Ma cosa caratterizza il Giappone? E quand’è il periodo migliore per godersi questa meravigliosa destinazione?

La primavera è il periodo migliore per visitare il Giappone essendo la stagione in cui si prende una pausa dal freddo per accogliere un clima fresco e ventilato. Questa è la stagione in cui in tutto il paese si celebra la fioritura dei ciliegi rosa, il rinomato “hanami”. Questo stesso periodo che va tra marzo e aprile è anche il migliore per visitare Tokyo, come tra settembre e novembre, in cui il clima è più mite, meno umido e c’è poca pioggia. Come il periodo primaverile, l’autunno è perfetto per le passeggiate all’aria aperta; si deve tenere conto tuttavia che a settembre si possono verificare i tifoni.

Aprile è il mese in cui i giapponesi si riuniscono per contemplare l’hana-mi, ovvero la fioritura del ciliegio o più propriamente “sakura”. Uno degli eventi più significativi per la cultura nipponica in cui tutto il popolo si mobilita per recarsi sotto questi alberi di ciliegio, che riescono a raggiungere fino a 14 metri di altezza, sbocciando in grappoli profumati. La fioritura è presa molto seriamente in tutto il Giappone, infatti durante questi mesi viene messo in onda un bollettino metereologico speciale che informa su tutta la progressione dei fiori dal nord al sud del paese!

 Uno dei tanti motivi per cui visitare il Giappone è sicuramente legato al rispetto che ai giapponesi viene insegnato fin da piccoli. Il rispetto è inteso verso le altre persone, gli oggetti, tutto ciò che è pubblico e le regole stabilite.
Non possiamo non parlare della cucina giapponese, uno dei piacevoli risvolti per cui visitare il Giappone. Buonissima, economica, salutare e gustosissima. Non dovete pensare alla cucina giapponese solo come al sushi, al riso e al pesce crudo, perché non assaporare un gustosissimo ramen dal brodo denso e saporito, spaghetti noodles e della tenerissima carne di maiale? Oppure i Takoyaki le fantastiche polpettine con ripieno di polpo o gli Okonomiyaki, la frittatona di zio Marrabbio nel famoso cartone animato “Kiss Me Licia” preparata con uova carne, pesce e verdura. Tutto condito con salse spettacolari. Insomma la cucina giapponese è tutta da scoprire e da gustare!

Appassionato di anime, manga e videogiochi? Sei un Otaku e lo devi per forza visitare il Giappone. Troverai ad attenderti un intero quartiere, Akihabara, pieno di negozi dedicato agli otaku e sale giochi di sette piani. Per gli amanti degli Anime vintage è necessario passare per Nakano; se ti trovi invece ad Osaka, non andartene senza aver fatto un giro a Den Den Town a Nipponbashi. Per non contare i numerosi Pokémon Center sparsi in tutto il Giappone che vendono ogni tipo di gadget dei Pokèmon.

Magari se ti soffermerai solo nelle grandi città non la noterai, ma la tradizione giapponese è proprio dietro l’angolo. Persino Tokyo ha i suoi angoli tradizionali e i suoi piccoli templi nascosti tra i grattacieli. Se la tradizione e la cultura antica giapponese sono la tua passione di sicuro troverai grande fascino nelle cittadine rurali o in montagna. Basta andare in visita ad Hakone per avere uno scenario diversissimo rispetto a quello di Tokyo. O ancora a Miyajima, l’isola di Hiroshima, respirerai un’atmosfera molto diversa e tradizionale.

Il Giappone è uno dei paesi che occorre visitare se si vuole vedere un incontro ravvicinato tra la tradizione e la tecnologia. Non è raro vedere un tempio sorgere vicino ad edifici e grattacieli nelle grandi città.

Ci sono città e villaggi che rispecchiano a pieno la tradizione del Giappone e metropoli super innovative tecnologicamente e come servizi. Basti pensare all’efficienza dei mezzi giapponesi o agli hotel che invece del personale umano hanno i robot.

Una cultura millenaria, unica e incredibile che merita di essere vista almeno una volta nella vita…

 Valentina Bergamelli – Agenzia di Albino